Martedì 10 Gennaio 2012

«La scuola a ritmo di rap
Un video multicolor»

COMO "Multicolor". È questo il titolo del rap realizzato nell'anno scolastico 2010/2011 dalla scuola media "G. Parini" di Como, nato per combattere il "mito" del diverso. Ed è proprio in una giornata grigia e triste che comincia tutto... quando il prof. Spigarelli irrompe nella classe (terribilmente annoiata dalla lezione di scienze) con una delle sue proposte "bomba": «Sarebbe bello realizzare un rap di un argomento scolastico, a cui tutti gli alunni della scuola sono invitati a partecipare, soprattutto con proposte coinvolgenti, partendo dal titolo del testo, per esempio». Allora dal fondo dell'aula si leva una voce (di solito sprecata solo per la  domanda "Posso andare in bagno, prof.?") che spontaneamente esclama: «Questa scuola è "Multicolor!?"». Un guizzo balena negli occhi del prof. Spigarelli, che scrive alla lavagna a caratteri cubitali la parola "Multicolor" (diventata poi il motto della Parini). Ed è così che si sazia (ma non del tutto) la fame ispiratrice del nostro professore.
In effetti "la voce" riferendosi alle pareti tinteggiate recentemente con colori vivaci, ha colto nel segno, infatti "Multicolor" significa anche diversità, valore su cui la scuola Parini si fonda. È da questo fatto che è stato tratto spunto per scrivere il rap. Allora voi direte: "Un rap basta, no?" "Sbagliato!". Infatti, con l'aiuto degli altri insegnanti di musica, il regista Tognocchi e tutti gli alunni della scuola è stato realizzato un arrangiamento orchestrale per accompagnare il rap e un videoclip, in cui si racconta che tutti gli alunni, senza eccezione alcuna, devono far emergere i propri "talenti" per trasformare la scuola in generale, e la "Parini" in particolare, in cui esistono incomprensioni e disuguaglianze, in un'altra scuola "che si fonda su una regola: creatività, musica, arte, cultura e bellezza," che, come recita il rap, "saranno il nostro slogan, la nostra certezza."


Leggi le due pagine di approfondimento sulla scuola sulla Provincia in edicola martedì 10 gennaio

a.savini

© riproduzione riservata