Venerdì 13 Gennaio 2012

Stangata per le società sportive
Il Comune: "Pagatevi luce e gas"

COMO - Le società sportive che utilizzano impianti comunali dovranno pagare le bollette, ma potranno "rifarsi" affittando le strutture e otterranno un contributo dall'amministrazione. La rivoluzione è stata ufficializzata durante l'ultima riunione della giunta. Le realtà interessate sono sei: Ardisci e Spera, Ardita, Albate Calcio, Como 2000, Sagnino, Tavernola. In questo modo si potrà procedere ancora con un affidamento diretto (senza gara) per tre anni.
Nell'ambito di una lunghissima trattativa, le società avevano chiesto che fosse ancora Palazzo Cernezzi ad accollarsi il pagamento delle utenze (acqua, luce, riscaldamento), ma la giunta ha detto no.
La situazione potrebbe non essere tragica, almeno secondo Andrea Anzi, nello scomodo ruolo di presidente dell'Albate Calcio e consigliere comunale che sostiene la maggioranza: «Si parla di cifre molto alte per le spese di luce, acqua e gas, intorno ai ventimila euro a società. Ma con questo accordo di concessione che vale per tre anni la nostra società ha la sicurezza di avere il campo a sua disposizione, che è la cosa che più ci interessa. Inoltre abbiamo la possibilità di compensare le uscite più alte con l'affitto della struttura».

Leggete l'approfondimento su "La Provincia" in edicola oggi (13 gennaio 2012)

p.berra

© riproduzione riservata