Mercoledì 01 Febbraio 2012

Pdl, caos sulle firme
Documento del 2010

Nel Pdl è esploso il caos attorno al documento recapitato sabato ai giornali che contesta il consigliere regionale Giorgio Pozzi e il suo reintegro come vice coordinatore. Trecento gli amministratori firmatari, anche se alcuni hanno smentito di averlo firmato. Il responsabile degli Enti locali del partito, Roberto Tenace ha chiarito il mistero delle firme: «Il documento comprende una parte con i firmatari del coordinamento, mentre le firme degli amministratori sono quelle in calce a un documento interno dell'ottobre 2010 a sostegno del coordinatore Alessio Butti e del vice Patrizio Tambini». Firme di un anno e mezzo fa, insomma, allegate al documento che ora contesta Pozzi. Il sindaco di Cernobbio, Simona Saladini ha convocato una conferenza stampa durante la quale ha definito «una pagliacciata» il documento. «Vedere il sindaco di Como - ha tuonato - permettersi di dare indirizzi politici (è il primo firmatario del documento, ndr) non è accettabile. Li andava mandato a casa prima che potesse portare la città di Como in queste condizioni». La Saladini, da sempre vicina a Silvio Berlusconi è lapidaria: «Avanti così non si può andare».

g.roncoroni

© riproduzione riservata