Lunedì 06 Febbraio 2012

Lampioni di giorno
Ma la notte no

COMO NORD Se c'è una cosa che fa indignare i cittadini di Como, sono gli sprechi. Soprattutto in questi mesi in cui per qualunque problema della città viene opposta come ostacolo alla soluzione la mancanza di soldi. Stavolta la via per risparmiare arriva dai lampioni all'inizio di via per Cenobbio (zona Villa Olmo), nel tratto tra largo Spluga e l'ingresso al lido di Villa Olmo.
«Spesso le luci sono spente di notte», segnala più di un lettore. E subito dopo tutti in coro deunciano: «Bene, oggi i lampioni erano accesi in pieno giorno».
Sono loro, i comaschi, le sentinelle di cosa va e cosa non va in città. Per chi ha sospirato le luci mesi, come i cittadini di via Anzani e Sagnino che hanno finalmente avuto gli impianti nuovi, c'è chi deve fare i conti con l'irritazione degli sprechi, come l'acqua che usciva dai rubinetti del cimitero di Lora (poi fermata dal Comune) o i lampioni accesi anche di giorno in tangenziale denunciati da decine di lettori lo scorso anno.
Ora tocca a questa serie di lampade anche se l'assessore Stefano Molinari promette che interverrà subito: «Finora non mi era stata segnalata alcuna anomalia, farò controllare immediatamente».

Leggi le due pagine sui quartieri su La Provincia in edicola lunedì 6 marzo

a.savini

© riproduzione riservata