Martedì 07 Febbraio 2012

Blocco dei tir e neve
Frutta e verdura alle stelle

COMO I pomodori a grappolo e le zucchine conviene toglierli dal menù insieme all'uva e le fragole. Costano talmente tanto che qualche supermercato li ha eliminati onde evitare prezzi da gioielleria come al mercato di erba (fragole 18 euro al chilo).
All'Esselunga le fragole ci sono ancora, ma al chilo costano 5,78. Più o meno come al banco Marelli o al banco Bridarolli del mercato coperto a Como dove costano 5,80. Non si trovano invece alla Billa e alla Coop. L'uva va mangiata con parsimonia visto che costa 3,99 alla Billa, 3,79 alla Coop, 2,98 all'Esselunga 2,98 al banco Marelli del mercato coperto 3,20, al banco Bridarolli non è disponibile.
Ora, è vero che come ripetono i fruttivendoli le zucchine sono come i pomodori, crescono solo d'estate e se si vogliono fuori stagione costano di più, ma all'origine dei prezzi rincarati ci sono più fattori. Il blocco dei tir che ha fatto mandare al macero tonnellate di frutta e verdura, le gelate che hanno rovinato i raccolti e la neve che ha bloccato altri camion. Proprio sommando questi fattori,  le associazioni di consumatori dicono che il peggio deve ancora venire.
Secondo Coldiretti maltempo e mancate consegne fanno schizzare i prezzi al dettaglio dell'ortofrutta del 10%, per cento. In particolare per bieta, broccoli,  carciofi, cavolfiori, carote, indivia, scarola e ciliegini le quotazioni sono in decisa crescita. Le forniture di verdure e degli altri prodotti deperibili hanno subito - sempre secondo la Coldiretti - un taglio di almeno il 30% con le consegne che procedono a macchia di leopardo e a rilento. Da qui gli aumenti. Per fortuna le carote a Como si salvano ancora. Costano un euro al chilo più o meno dappertutto. Al mercato coperto dicono che a parte le zucchine rincarate rispetto a un mese fa e i cornetti in ribasso, tutto il resto è stazionario.
I
Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola martedì 7 febbraio

a.savini

© riproduzione riservata