Giovedì 01 Marzo 2012

Como, export congelato
E' ai livelli di 20 anni fa

COMO L'export comasco? Quattro miliardi di merce venduta all'anno nel mondo. Un trend che si trascina, immobile, da vent'anni a questa parte. Infiammano in questi giorni il mondo economico locale i dati dell'Istat che mostrano una fotografia della nostra capacità di esportare dal 1991 al terzo trimestre 2011.

Come mai in un ventennio l'export comasco non è cresciuto, né lo stallo dei consumi interni l'ha pungolato a compiere il balzo?  «Non è un buon segnale, anzi. È la prova che qualcosa si è fermato - commenta Tiberio Tettamanti, presidente Api Como, l'associazione che riunisce le piccole e medie imprese - non ci resta che gioire del fatto che non ci sono state cadute, sintomo che si è proceduto con gli stessi valori e che qualcosa di buono si sta facendo. Ma mentre il mondo è mutato, si sono fatti strada i Paesi emergenti e crisi e rivolgimenti politico-sociali hanno costellato quest'ultimo ventennio, Como è rimasta stretta nelle stesse infrastrutture e alle prese con un tessuto sociale imbrigliato in mille normative che sfiniscono le imprese, impedendo loro di lavorare e crescere. Intanto, le risorse vanno in altre direzioni, né si vede qualche spiraglio di ripresa».

p.moretti

© riproduzione riservata