Lunedì 26 Marzo 2012

Sette furti in un anno
Camnago, assediati dai ladri

COMO «L'altro giorno i ladri hanno cercato ancora di forzare una finestra ma è suonato l'allarme e nemmeno sei giorni fa ho trovato una scala di ferro appoggiata al mio balcone, c'erano anche delle impronte» racconta esasperata una residente della zona di via Zampiero a Camnago Volta che è stata presa di mira dai malviventi.
Perché nell'ultimo anno e mezzo i furti sono stati sette: due andati a segno con un bottino di soldi e gioielli per i ladri e cinque tentativi sventati per l'intervento di vicini o dall'allarme. Ben tre tentativi sventati solo nelle ultime due settimane. E tra i residenti dopo l'ennesima denuncia alle forze dell'ordine cresce l'esasperazione.
«Furti sempre più frequenti: appena si riprende un minimo di fiducia e si ritorna alla quotidianità capita di nuovo, siamo costretti a restare sempre con le orecchie tese perché ogni minimo rumore può diventare un allarme» racconta Emma, che ha subìto l'ultimo furto tre mesi fa e il primo nell'estate del 2010. Perché per ben due volte i ladri hanno forzato le finestre e messo tutto a soqquadro in cerca di soldi e oro, ma la donna esclama: «Ormai hanno preso tutto quello che si potesse rubare e che avesse un valore. Perché continuano a tornare?». Ed è comprensibile come la notte diventi difficile prendere sonno. «È assurdo, siamo costretti a sentirci poco sicuri a casa nostra ma anche osservati, come se in qualsiasi momento i ladri fossero nascosti ovunque e spiassero movimenti ed abitudini per entrare in azione», afferma la donna. Ma tra i residenti oltre alla paura non sono mai mancate rabbia per la situazione e intenzione di reagire.
«Già tre tentativi di furto solo nelle ultime due settimane,  eppure per anni è stata una zona tranquilla - aggiunge un altro residente - il primo tentativo di furto è stato nell'estate del 2010, hanno cercato di introdursi in una casa sempre in questa zona: i vicini se ne sono accorti e affacciandosi alle finestre hanno messo in fuga i ladri, ma la settimana dopo hanno trovato proprio le loro case svaligiate, forse è un caso ma sembra quasi una ritorsione». E la modalità è sempre la stessa: finestre scassinate e ladri che entrano in azione quando in casa non c'è nessuno. «Nei furti compiuti per fortuna non c'era mai nessuno in casa in quel momento - continua Emma - non si sa mai che reazione possa avere il ladro che viene scoperto o una persona che trovi faccia a faccia con dei malviventi». E oltre alle denunce alle forze dell'ordine è stata allertata anche la circoscrizione 4 e la presidente Franca Ronchetti afferma: «C'è grande collaborazione con le forze dell'ordine e saranno presi provvedimenti ad hoc per i furti e anche per tutti gli altri episodi di criminalità che si stanno intensificando proprio in questi giorni nel quartiere».

s.ferrari

© riproduzione riservata