Mercoledì 28 Marzo 2012

Ponte della conoscenza
Arrivato a Villa Olmo

COMO È stato consegnato ieri mattina, smontato, il "Ponte della conoscenza" che collegherà il parco di Villa Olmo con quello di Villa del Grumello e Villa Sucota. Realizzato in ferro e cemento, lungo 32 metro, è arrivato a bordo di un camion per essere depositato nel parco della villa in attesa di essere assemblato: un'operazione che dovrebbe essere completata in una settimana.
Ha spiegato l'architetto Paolo Brambilla, direttore dei lavori: «Il ponte è tutto prefabbricato, è già pronto e verrà rimontato per la seconda volta qui sul posto. Ci vorrà circa una settimana. Poi verrà sollevato e messo in opera in una giornata».
Il Comune ha già fatto sapere che, per motivi di sicurezza, in quel momento, verrà sospeso il traffico su entrambe le carreggiate per permettere le operazioni. Ieri, invece, si pensava che la mole della struttura avrebbe potuto creare caos viabilistico al suo arrivo, ma fortunatamente così non è stato.
«Tra dieci giorni al massimo sarà collocato - ha proseguito l'architetto - Il ponte è in diagonale e collegherà i le due basi che sono presenti da tempo. Sono 42 metri di lunghezza per uno spessore di 60 centimetri».
«La particolarità - aggiunge - è che la balaustra sarà trasparente per le macchine che passano al di sotto mentre per le persone che la attraverseranno risulterà 'piena' con un senso di accoglienza e protezione. Balaustre e fianchi sono in ferro ferro mentre il camminamento è in legno di iroko, simile ai pontili delle barche».
E, commenta Brambilla, questo ponte è un po' un ritorno all'antico: «In pratica ricollega le due parti che sono state divise nel 1926 per l'esposizioni voltiane. L'idea è di riproporre esattamente la sagoma del terreno che c'era in precedenza rendendolo quasi invisibile».

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 28 marzo

a.savini

© riproduzione riservata