Martedì 10 Aprile 2012

Musica e poesia
Per la malattia mentale

COMO Un percorso poetico teatrale per parlare di disagio e di riscatto, il tutto con leggerezza e umanità. Oltre il giardino, in scena sabato al Circolo degli Artisti di Mariano Comense, è un viaggio nella precarietà e nel mondo di chi vive in prima persona il disagio psichico.
Uno spettacolo che racconta la nascita dell'omonima rivista legata al mondo del disagio mentale. «In un centro diurno, con persone che soffrono di disagio psichico - racconta Mauro Fogliaresi, fondatore con il fotografo Gin Angri della rivista - abbiamo inventato un giornale molto particolare. Per farlo conoscere, abbiamo deciso di organizzare degli spettacoli e girare per i teatri». Sullo fondo delle toccanti fotografie di Gin Angri, gli artisti guideranno lo spettatore in un vero e proprio viaggio nella precarietà e nel desiderio di esprimere in musica i propri sentimenti, il tutto narrando la storia del giornale, dalla nascita al Centro Diurno del Dipartimento di Salute Mentale di San Martino a Como, al giorno d'oggi. Uno spettacolo corale, che vuole mostrare il riscatto di chi spesso viene emarginato, mostrando come da un punto di fragilità possa nascere un punto di forza. «Abbiamo deciso di aprire agli altri la nostra arte ed è nato questo spettacolo corale - aggiunge Cristiano Stella, voce e chitarra acustica - con tre cantautori, un poeta, un violinista, un chitarrista e un sassofonista, racconteremo testimonianze, storie e sentimenti».
Scopo del progetto teatrale, infatti, è far conoscere il mondo della psichiatria, da chi lo vive in prima persona, il tutto con positività, leggerezza e autenticità. «Andiamo in punta di verità - conclude Fogliaresi - a raccontare le nostre fragilità, è non è da tutti. È un percorso poetico musicale ricco di umanità e arte. La poesia può anche sfidare l'impossibile, fare notizia parlando del bello, se poi si veste di musica è una rivoluzione in note».

Leggi le due pagine sul volontariato su la Provincia in edicola giovedì 11 aprile

a.savini

© riproduzione riservata