Lunedì 16 Aprile 2012

Como: Grillo, Bersani & Co.
Sfilata di big per le elezioni

COMO - D'Alema e La Russa, il post democristiano Pezzotta e il neofascista Roberto Fiore, la sanguigna Daniela Santanché e la compassata Rosy Bindi, attesa oggi, lunedì 16 aprile, all'orizzonte Beppe Grillo, Pierluigi Bersani, Giorgio Gori, l'ex ministro Giorgia Meloni: prosegue la sfilata di celebrità della politica sul Lario.

L'arrivo in città di elementi di spicco dei rispettivi partiti dimostra quanta fiducia e quali speranze ripongano le formazioni politiche nelle amministrative di maggio. Il Pd, ad esempio, sostiene la candidatura di Mario Lucini chiamando in causa i "numeri uno": si sono visti Enrico Letta, Massimo D'Alema, l'appoggio di Sel è stato confermato da Nichi Vendola in piazza Cavour sabato scorso mentre oggi alle 18 in Circoscrizione 1 in via Sant'Antonino 4 ci sarà Rosy Bindi.

La processione prosegue il 24 aprile con  Virginio Brivio, che due anni fa ha strappato Lecco alla Lega (evidentemente un modello). Ad accompagnarlo assieme a Giorgio Gori, ex presidente di Medusa e da più parti indicato come nuovo "guru" del Pd vista la sua discesa in politica al fianco di Matteo Renzi. Il 26 Lucini stringerà la mano al segretario nazionale, Pierluigi Bersani. L'elenco è chiuso, per ora, dall'eurodeputata Debora Serracchiani, attesa per sabato 28. Un bel tour del force per Lucini che, oggi a mezzogiorno al bar Pinocchio di via Paoli, dà il via a un ciclo di aperitivi per dialogare con la stampa e con la gente.


Anche l'Udc dimostra di crederci pur se la situazione comasca è anomala e vede David D'Ambrosio correre sostenuto da una lista del partito e non dal Terzo Polo: in ogni caso dopo Pezzotta e Volonté il 23 per lui sarà presente il leader Pierferdinando Casini. Il primo volto romano annunciato a sostegno di Laura Bordoli, candidata per il Pdl, è l'onorevole Giorgia Meloni, ex ministro della gioventù, che il 23 aprile incontrerà «"i candidati consiglieri, gli amministratori del territorio e i giovani universitari».

Per le Primarie si era visto il gotha del partito di Berlusconi: La Russa, la Santanché, la Gelmini, Formigoni oltre, naturalmente, al senatore comasco (ma "romano" da tempo immemore) Alessio Butti. Il Movimento 5 Stelle ha messo a segno un autentico colpaccio per supportare Luca Ceruti: non è un partito, ma il leader non manca. Beppe Grillo è atteso in piazza Cavour il 20 aprile alle 18: un comizio e non uno spettacolo, ma chi segue l'incontenibile genovese sa che labile è il confine.


Alessio Brunialti

m.schiani

© riproduzione riservata