Mercoledì 27 Giugno 2012

Oltrecolle chiusa
Posteggio gratis

COMO Sessanta parcheggi gratis in via Mulini proprio sotto il viadotto dei Lavatoi per le due settimane di chiusura totale della bretella Oltrecolle Canturina. Poi il Comune valuterà cosa fare anche in base all'utilizzo. È l'ultima decisione per limitare i disagi di chi vive in via Turati: da anni pochissimi posti rispetto a quantità di residenti e attività commerciali.
Con il viadotto chiuso tutti temevano che la situazione potesse precipitare e hanno chiesto di pensare alla soluzione di posti gratis.
Un correttivo che il Comune stava già valutando. «Avevamo già preso in considerazione la possibilità e sarà così - afferma Pierantonio Lorini, dirigente del settore Mobilità - anche sul fronte traffico ieri tutto sotto controllo, con tempi più lunghi per il verde al semaforo di via Donatori di Sangue nelle ore di punta per favorire il deflusso».
La conferma  sui parcheggi è arrivata al termine del secondo giorno di test superato per la viabilità comasca che ha retto anche al giorno feriale con tutti i negozi aperti e mercato in città. Il traffico per tutta la giornata è stato sostenuto però scorrevole. E scongiurato l'incubo ingorghi adesso anche nuovi scenari per via Turati sui parcheggi. Dopo che un'ordinanza ha tolto temporaneamente quattro parcheggi davanti al ristorante Sant'Anna per creare due corsie per le auto.
«Intervento necessario ma i parcheggi sono sempre stati un problema qui - sottolinea Enrico Bernasconi uno dei soci del ristorante Sant'Anna - oltre ai posti gratis serve illuminazione adeguata perché manca».
Anche la parrucchiera Nina Gandolfo conferma: «Perfetto il parcheggio gratis, quando sarà finito il cantiere si potrebbe sfruttare anche lo spazio finora inutilizzato tra la campana del vetro e le strisce pedonali per nuovi parcheggi». I suoi clienti spesso sono costretti ad almeno due giri per trovare posto o addirittura a lasciare l'auto all'autosilo della Val Mulini o alle piscine di Muggiò.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 27 giugno

a.savini

© riproduzione riservata