Giovedì 26 Luglio 2012

«Apro in Africa
e salvo i posti qui»

NOVEDRATE A volte la forza di un imprenditore si misura sulla capacità di vivere i momenti di crisi come opportunità, per crescere, svilupparsi e, se possibile, conquistare nuove fasce di mercato. E' quello che ha fatto la famiglia Seroldi,composta da Giuseppe, titolare della Intes di Novedrate che ha fondato nel 1964, azienda specializzata nella produzione di nastri elastici per mobili imbottiti e i figli Luca e Paola.
Entro fine anno apriranno un nuovo stabilimento a Tunisi , appositamente realizzato per seguire il mercato africano dove verrà impiegata manodopera locale, una quarantina di persone. Investimento previsto, un milione di euro.
Sino al 2008 la Intes contava su 120 dipendenti, dislocati in tre sedi: Novedrate, Carimate e Lentate sul Seveso. Poi quattro anni fa la difficile decisione di delocalizzare la produzione dello stabilimento di Lentate e aprire una unità produttiva in Cina, a Jiangyan (250 km a nord di Shanghai), tramite una join venture siglata al 50% con " Leggett and Platt",  società americana leader nel settore dei complementi d'arredo, quotata in borsa a New York.
L'accordo ha dato vita alla Jiangyan Intes L&P Special Textile Co. Ltd. che oggi conta su 75 dipendenti. L'investimento in Cina è stato di 5 milioni di dollari.

a.savini

© riproduzione riservata