Giovedì 02 Agosto 2012

In auto con 201mila euro
Maxi sequestro in dogana

COMO Quasi un quarto di milione di euro infilato nel baule dell'auto, come un banale bagaglio di poco valore. Ennesimo clamoroso sequestro valutario al confine con la Svizzera.

Protagonista un cittadino sloveno, che è stato fermato mentre tentava di entrare in Italia con il suo tesoretto senza neppure dichiararlo ai funzionari di dogana e ai militari della compagnia di Ponte Chiasso della guardia di finanza.

Il blitz al valico autostradale di Brogeda risale ai giorni scorsi. L'automobilista sloveno si è presentato al valico forse pensando di non essere controllato e invece è stato bloccato per accertamenti. È bastato poco alle fiamme gialle scoprire, sull'auto, quattro plichi contenenti una somma complessiva di 201 mila euro in  contanti, che lui non aveva dichiarato.

I soldi erano contenuti in buste del "Credit Suisse Ag Zurich". I funzionari dell'ufficio dogane di Como in servizio alla  sezione di Ponte Chiasso hanno provveduto al sequestro della somma di 95.500 euro, cioè la metà dell'iimporto intercettato meno 10mila euro, che il limite massimo consentito per trasportare attraverso il valico denaro in contante senza l'obbligo di dichiararlo.

Ovviamente saranno anche avviati accertamenti per comprendere il motivo per cui l'automobilista sloveno stava tentando di portare in Italia quel tesoretto in contanti.

p.moretti

© riproduzione riservata