Giovedì 02 Agosto 2012

Addio a Bruno Gentili
Fu braccio destro di Ratti

COMO Era entrato nella Ratti come impiegato, prima di diventarne amministratore delegato. L'imprenditoria comasca dice addio a Bruno Gentili, per cinquant'anni il braccio destro del cavalier Antonio Ratti.

Gentili, 86 anni, comasco, alcune settimane fa si era sentito male mentre assisteva a una cerimonia in chiesa. Ricoverato in ospedale non si è più ripreso e mercoledì si è spento.

Il suo nome è legato a doppio filo non solo al mondo del tessile, dove ha ricoperto importanti incarichi, e a quello dell'imprenditoria, ma anche all'ambiente cattolico. Gentili è stato infatti per anni il presidente della sezione comasca dell'Unione cristiana imprenditori dirigenti (Ucid), al punto da essere considerato da molti come il laico preferito dalla curia lariana.

Quindici anni fa aveva fatto parte del comitato organizzatore per la visita del Papa in città ed era stato ricevuto da Giovanni Paolo II in Duomo, quando il pontefice incontrò a Como gli imprenditori e i lavoratori.

L'ultimo saluto a Bruno Gentili sarà dato sabato mattina in Duomo a Como.

p.moretti

© riproduzione riservata