Domenica 05 Agosto 2012

Carabinieri ai giardini
Via tossici e vandali

COMO Se ci sono i carabinieri, si può stare tranquilli. I tossici non si fanno neanche vedere. Ieri mattina, la stazione mobile ha pattugliato tutta la zona dei giardini a lago che in queste ultime settimane è stata teatro di alcuni episodi di violenza e tossicodipendenza. La presenza dei militari però, oltre a essere stata apprezzata da cittadini e turisti, sembra aver avuto anche un effetto repellente nei confronti dei drogati che, spesso, stazionano in riva al lago.
Luca Di Pascale, barista del Pura Vida, commenta: «Sono contento di vederli qui e, se ci sono loro, io sono più tranquillo perché controllano. Ma non solo. Apro con più serenità e tranquillità rispetto agli altri giorni. Sabato e domenica poi, i giardini sono pieni di turisti e spero che continuino a pattugliare la zona, almeno per tutti i weekend d'agosto». Anche Roberto Caterisano de Il chiosco bar è felice della presenza dei carabinieri, ma ritiene che la frequenza dei presidi sia da intensificare. «Qui passano tre, quattromila persone al giorno circa e, rispetto a qualche anno fa, è diventata una zona tranquilla - afferma Carterisano - certo, qualche episodio spiacevole può capitare, così come capita in centro, ma dovrebbero venire in borghese per risolvere qualcosa. I soggetti strani in questa zona, sono sempre gli stessi e si mettono sempre negli stessi posti. Però sono contento di vedere i carabinieri».
Anche i molti comaschi e i tantissimi turisti presenti ai giardini sono sollevati dalla presenza delle forze dell'ordine.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola domenica 5 agosto

a.savini

© riproduzione riservata