Sabato 01 Settembre 2012

Meteo, calo di 20 gradi
Mai così da dieci anni

COMO Dal caldo africano a un freddo invernale con temperature da 35 a 15 gradi. Tra i comaschi è scoppiata un'epidemia di raffreddori e mal di gola perchè non è facile adattarsi a un così calo brusco delle temperature. Un fenomeno insolito che secondo il meteorologo di 3bmeteo.it. Francesco Nucera non succedeva da 10 anni.
"Sorprende in questo periodo dell'anno un peggioramento che avviene bruscamente e che interessi in un sol colpo tutta la Penisola" dice Nucera Per trovare un caso analogo bisogna risalire a fine agosto del 2002.
 "In genere le rotture dell'estate coinvolgono solo determinate zone; ora invece abbiamo un vortice centrato nel cuore del Mediterraneo e che coinvolge tutta l'Italia, dalle Alpi alla Sicilia. E' come se l'autunno avesse anticipato i tempi - aggiunge il meteorologo. Le intense piogge e le nevicate sulle Alpi delle ultime ore rappresentano la fase iniziale di un'ondata di maltempo che ci accompagnerà almeno sino a mercoledì".
"Tutta l'Italia, non solo Como, sarà tenuta sotto scacco da un atipico vortice di bassa pressione formatosi sul Tirreno per la discesa di aria fredda dal Nord Europa. Tra sabato e domenica il tempo si presenterà inaffidabile un po' ovunque con piogge sparse e locali temporali. Per chi è ancora al mare il peggioramento interesserà anche il Meridione con acquazzoni in risalita dalla Sicilia verso la Calabria e la Campania. Schiarite più ampie su Ioniche e basso Adriatico.  Venti sostenuti tra Libeccio e Maestrale e temperature in calo anche al Sud di 3-4 gradi.
Chi è già rientrato deve coprirsi. Lunedì il maltempo raggiungerà il suo apice e pioverà ancora. "Le piogge saranno più abbondanti su Nord Italia, Centrali Tirreniche, Nord Appennino ed alte Marche" prosegue l'esperto di 3bmteo.com.
Solo giovedì tornerà il bel tempo.
Gli esperti di 3bmeteo.com, relativamente al maltempo fanno alcune considerazioni di carattere generale. "Il 'ribaltone del tempo' avviene ancora una volta per fredde correnti dalla Scandinavia e non per i venti umidi atlantici che di norma dovrebbero caratterizzare questo periodo. Questo giustifica il brusco cambiamento. Ma a settembre tornerà un clima mite.

a.savini

© riproduzione riservata