Domenica 09 Settembre 2012

Ici, batosta sui comaschi
Peggio solo Pavia e Milano

COMO Che batosta l'Imu per i comaschi. Como risulta essere la terza città più cara della Lombardia nella per nulla invidiabile classifica della tassa sulla casa, la cui seconda rata scade il 17 settembre prossimo.

Secondo l'elaborazione fatta dall'ufficio studi Cgia di Mestre si scopre che soltanto a Milano e a Pavia si paga un'imposta più salata di quella comasca. A livello nazionale, poi, Como è piazzata al 21esimo posto, solo un gradino sotto a Firenze e comunque sopra alla cifra media pagata in Italia.

A Como, secondo lo studio, l'importo medio della seconda rata ammonta a 133 euro a fronte di un'Imu annua di 400 euro. Va molto meglio a Varese, dove si paga poco più della metà che sul Lario, o a Brescia, dove mediamente la seconda rata costa 50 euro in meno che a Como.

La città italiana più cara, secondo la statistica, è Bologna con una rata di ben 293 euro. La meno cara Messina con appena 17 euro.

p.moretti

© riproduzione riservata