Lunedì 15 Ottobre 2012

Donne, sempre più violenze
Un abuso ogni tre giorni

COMO Mentre al Bassone Angelo Schirru, l'ex poliziotto di 55 anni arrestato giovedì con l'accusa di violenza sessuale per aver approfittato della giovane età di una quindicenne conosciuta su internet, attende di essere interrogato, le statistiche regalano un quadro inquietante dell'andamento delle denunce per i delitti contro la libertà sessuale.
In appena due anni i fascicoli penali aperti in procura per violenza sessuale sono infatti quasi raddoppiati, passando dai 69 del periodo tra il luglio 2009 e il giugno 2010 ai 120 dei dodici mesi compresi tra l'estate 2011 e il 30 giugno scorso. Un incremento vertiginoso che, in termini percentuali, è pari a quasi l'80%.
Ben 43 denunce per violenza sessuale presentate in provincia di Como tra il primo luglio dello scorso anno e il 30 giugno 2012 sono a carico di ignoti. Il che significa che non si conosce il colpevole.
Anche questo particolare dato è in aumento rispetto agli anni precedenti. La proporzione tra denunce con persone indagate e altre di cui dei responsabili non si sapeva né nome né cognome era di uno a cinque un paio di anni fa, di uno a quattro lo scorso anno e ora di uno ogni tre.
L'incremento delle violenze sessuali denunciate nel Comasco non è il solo dato a regalare una fotografia inquietante della situazione provinciale sul fronte dei reati ai danni dei soggetti più deboli.

Leggi l'approfondimento su la Provincia in edicola lunedì 15 ottobre

a.savini

© riproduzione riservata