Martedì 08 Gennaio 2013

Como, smog alle stelle
Appello del Comune

COMO Nelle giornate del 21, 22, 23, 24, 25 e 31 dicembre 2012 e poi ancora nei giorni 1 e 7 gennaio 2013, è stato ampiamente superato il valore limite giornaliero della concentrazione di PM10 nell'aria (valore fissato in 50 milligrammi per metro cubo). Le previsioni per le prossime giornate - consultabili nel sito del Comune di Como - indicano condizioni favorevoli all'accumulo degli inquinanti. Da qui il nuovo invito - dopo l'appello lanciato lo scorso novembre - rivolto dall'assessore comunale all‘Ambiente Bruno Magatti ad un uso responsabile di auto e caldaie.

«Ad oggi  - spiega Magatti - l'unica soluzione rispetto alle polveri e agli inquinanti è rappresentata da condizioni meteo favorevoli. Per questo è importante che ognuno di noi capisca che bisogna moderare il proprio comportamento. Il modo in cui si guida, l'utilizzo che facciamo dell'auto, la temperatura delle nostre case, i luoghi che decidiamo di riscaldare, sono tutti fattori che incidono e aumentano l'inquinamento e più aumenta l'inquinamento, più siamo sottoposti a rischi sanitari che poi tutta la collettività sarà chiamata a pagare, anche in termini economici. La scienza oggi ci consente di prevedere le condizioni atmosferiche che favoriscono l'accumulo degli inquinanti nell'aria e quelle che, invece, ne favoriscono la dispersione. L'invito che rivolgo è di informarsi rispetto a queste previsioni e di modificare di conseguenza il proprio comportamento».

«Per i prossimi giorni - prosegue Magatti - le previsioni dicono che le condizioni atmosferiche favoriranno l'accumulo degli inquinanti nell'aria. Il programma delle mie attività può essere modificato? Devo per forza utilizzare l'auto oppure posso utilizzare i mezzi pubblici? La temperatura in casa non è troppo alta? Dobbiamo tutti fare un mezzo passo indietro perchè la mobilità continui ad essere una possibilità. L'alternativaè soltanto la nostra responsabile risposta».

m.sada

© riproduzione riservata