Venerdì 11 Gennaio 2013

Elezioni regionali
La Maroni con Maroni

COMO La Lega Nord raddoppia le liste per le Regional ie ci sarà, oltre a quella del Carroccio, anche una lista civica "Maroni Presidente" composta da personalità senza tessera di partito che sostengono la candidatura a Governatore di Roberto Maroni.  Il quadro dei cinque nomi comaschi inseriti nella lista civica a sostegno del candidato di Lega e Pdl è oramai praticamente definito, a differenza di quello dei due partiti.
Nel dettaglio capolista sarà Daniela Maron, presidente dei benzinai per Confcommercio e volto noto per aver di fatto ideato la carta sconto benzina.

La segreteria provinciale del Pd ha trovato la quadra sui cinque candidati alle regionali. Certa la ricandidatura del capogruppo uscente Luca Gaffuri. Poi in campo ci saranno il segretario provinciale Savina Marelli (capogruppo di minoranza a Mariano Comense) e l'ex consigliera provinciale Rosangela Arrighi. Per l'Olgiatese in corsa c'è il vice sindaco di Uggiate Trevano Mirko Baruffini mentre per i renziani c'è Cristian Di Fiore, di Maslianico.


Il primo nome certo nella lista per le regionali del Pdl è quello dell'ex assessore provinciale Patrizio Tambini. Tambini è da sempre vicinissimo al Governatore uscente Roberto Formigoni e la sua candidatura rientra in un accordo su scala regionale tra lo stesso Formigoni e il segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano che si fonda sul sostegno di Formigoni a Roberto Maroni e non più a Gabriele Albertini, che ha incassato l'appoggio di Monti.
In pratica a livello regionale 6 sono i nomi indicati direttamente da Formigoni e, nella ripartizione geografica, uno è andato alla provincia di Como.

L'imprenditore comasco Maurizio Traglio è stato indicato come capolista al Senato in Lombardia nella lista "Fare per Fermare il Declino", che candida premierOscar Giannino. Traglio, 57 anni, è imprenditore e ha la passione per i motori: è presidente di Tecnosport, azienda che produce e prepara auto da competizione. Ha partecipato a diverse edizioni della Parigi - Dakar e nel 2008 aveva investito 15 milioni di euro nella cordata per salvare Alitalia.

f.angelini

© riproduzione riservata