Giovedì 24 Gennaio 2013

Noi ragazzi di Erasmus
all'estero e senza voto

Gli studenti di Erasmus non potranno votare per le prossime elezioni. Il governo, come si sa, non è stato in grado di trovare una soluzione. La decisione riguarda anche un centinaio di ragazzi comaschi che attualmente si trovano all'estero.

Si trovano in Spagna, Portogallo, Germania, Belgio, Polonia. Ma anche in Lettonia, Turchia e Lapponia. A tutti sarà negato il diritto al voto. Una decisione inspiegabile se si pensa che agli stranieri presenti a Como, in caso di elezioni, viene consentito il voto in ambasciata. Per quanto riguarda gli italiani, l'iscrizine all'anagrafe dei residenti all'estero, vale solo per chi resti in terra straniera per almeno un anno.

"Il mio diritto- afferma Tommaso Elli, attualmente in Lapponia- dovrebbe essere tutelato. Purtroppo un volo andata e ritorno costa 500 euro e non posso permettermelo. Non tornerò e mi spiace". 

m.romano

© riproduzione riservata