Venerdì 08 Marzo 2013

Como, furti e rapine in aumento
Il prefetto: "E' colpa della crisi"

COMO - Sono in aumento i cosiddetti reati contro il patrimonio in provincia di Como. Lo dicono i dati diffusi oggi dalla prefettura, secondo cui, tra il 2010 e il 2012, si è registrato un incremento complessivo dei furti, aumentati del 12%, e delle rapine, cresciute addirittura del 76%. Desta particolare preoccupazione il fenomeno dei furti all'interno di abitazioni private: nel 2012 ne sono stati commessi 2757, contro i 2637 dell'anno precedente, per un incremento del 5% sul 2011 e addirittura del 24% sul 2010. Gli obiettivi più frequenti delle rapine sono senz'altro gli esercizi commerciali: 47 le denunce risalenti allo scorso anno, contro le 21 del 2011 e le 25 del 2010. Così il prefetto Michele Tortora: "I problemi più seri riguardano i Comuni della Bassa Comasca, del Canturino, dell'Erbese, probabimente anche perché si tratta delle zone più porssime e più esposte alla Provincia di Milano. La criminalità è favorita anche da una rete viaria fitta e molto estesa che garantisce ampie vie di fuga": Sempre secondo il prefetto, sull'aumento dei furti, influisce senz'altro l'attuale crisi economica.

s.ferrari

© riproduzione riservata