Sabato 09 Marzo 2013

Hanno i posti gratis
Ma parcheggiano in divieto

COMO I consiglieri comunali - da pochi giorni a questa parte - possono lasciare l'auto gratuitamente all'autosilo Valduce, nelle serate in cui si riunisce il consiglio. Ma a qualcuno di loro, evidentemente, non basta.
Due sere fa, infatti, i consiglieri Enrico Cenetiempo (Pdl, vicepresidente del consiglio) e Marco Butti (gruppo misto) hanno pensato bene di parcheggiare in divieto di sosta, lasciando l'auto nei posti riservati alle moto, proprio davanti all'ingresso carraio del Comune, in via Bertinelli. Pur di non fare qualche passo in più e raggiungere l'autosilo, hanno posteggiato i veicoli fuori dagli spazi.
Venuto a conoscenza dell'accaduto, il presidente del consiglio Franco Fragolino interviene nell'aula consiliare, in apertura dei lavori, avvisando tutti che «ci sono auto fuori dagli spazi in via Bertinelli e vanno spostate». Cenetiempo, va detto, perlomeno raccoglie l'invito e va a spostare la macchina senza battere ciglio.
Butti, invece, arriva in consiglio a lavori iniziati, parcheggia esattamente nella stesso punto di Cenetiempo e lascia l'auto in sosta vietata per tutta la sera (non è in aula quando Fragolino avvisa i consiglieri ed evidentemente nessuno lo avvisa). «Sono arrivato tardi, non c'era posto in piazza Roma e l'ho lasciata lì - ha spiegato -. Me ne scuso, ma aggiungo che non ho intenzione di ritirare il pass per l'autosilo del Valduce e quindi in futuro cercherò uno spazio libero come tutti i cittadini. In fondo chiunque alle 20,30 è in grado di trovare un posto prima di arrivare in aula». Peccato che due sere fa lo stesso Butti non l'abbia fatto, preferendo gli stalli riservati alle moto. Per usare le parole del vigile che controlla la zona: «Per questa volta passi, ma non si ripeta più». Niente multa, resta la figuraccia.

a.savini

© riproduzione riservata