Monza, aperto il tunnel
La "36" è senza intoppi

La galleria, lunga un chilometro e 806 metri, si inserisce nell'ambito dei lavori di realizzazione della connessione tra la SS36 e il sistema autostradale di Milano. Oggi aperta in direzione nord, al massimo domani anche in direzione sud

Monza, aperto il tunnel La 36 è senza intoppi
MONZA Ha aperto in direzione nord, ed entro domani sarà percorribile anche in direzione sud, il tunnel di Monza sulla superstrada 36, un'opera di notevole importanza anche per i tanti comaschi, e i brianzoli in particolare, che usano la superstrada per Milano.

Quello di Monza era un nodo importante da sciogliere, che è costato circa cinque anni di disagi. Ora, con la nuova galleria, sarà più facile raggiungere direttamente la tangenziale nord (e di conseguenza la est) di Milano o l'autostrada A4 Milano-Torino.

COME E' FATTA
Ha aperto ufficialmente alle ore 15 di mercoledì la galleria di Monza, lunga 1.805 metri, il tunnel urbano più lungo d'Italia. Separa la viabilità urbana – che resta in superficie – dal traffico a lunga percorrenza – che corre in sotterraneo –, riducendo fortemente gli attuali livelli di traffico (attualmente 100 mila veicoli al giorno, di cui il 20% di traffico pesante). La sezione stradale adottata prevede tre corsie per ciascun senso di marcia, di cui due larghe 3,75 metri (corsia centrale e di sorpasso) ed una larga 3,50 metri (corsia di marcia lenta), con banchine laterali di 50 cm in corsia di sorpasso e 90 cm in corsia di marcia lenta.

Fondamentali, inoltre, sono le dotazioni impiantistiche della galleria di Monza, ovvero illuminazione, ventilazione, impianto semaforico per la gestione delle emergenze, antincendio, impianto tv a circuito chiuso, SOS, regolatori del flusso luminoso per la riduzione dei consumi energetici, linee luminose a led per guidare gli utenti verso le uscite in caso di emergenza, sistema di ventilazione a servizio della rampa di svincolo di uscita per Monza-Rondò dei Pini, impianto di filtrazione dell'aria con sistema automatico di pulizia dei filtri, segnaletica verticale di tipo luminoso e pannelli a messaggio variabile in corrispondenza degli imbocchi della galleria.

Tutte le dotazioni, assieme alle 13 piazzole di emergenza in galleria, collegate alla superficie da appositi vani-scala, garantiranno agli utenti gli standard di sicurezza previsti dalle vigenti normative in materia. Infine, va evidenziata l'importanza che l'Anas ha riservato all'impatto acustico in quanto tutte le pareti delle rampe di approccio al tunnel ed i primi 50 metri interni saranno rivestiti con pannelli prefabbricati fonoassorbenti ed inoltre negli stessi tratti la pavimentazione sarà di tipo drenante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA