Martedì 23 Aprile 2013

Como, clochard intestatario
di 450 automobili

COMO L'ultimo domicilio conosciuto è una coperta di lana e un pezzo di cartone alla stazione centrale di Milano. Eppure questo clochard, nato e formalmente residente a Como, costretto a vivere di elemosina ed espedienti, risulta proprietario di qualcosa come 450 auto.

La polizia stradale ha scoperto in tutta Italia un giro di migliaia di auto fantasma, intestate a prestanome e utilizzate soprattutto dalla criminalità per compiere furti e rapine. Mille di queste auto sono state immatricolate a Como e risultano intestate a otto persone, senza fissa dimora, che vivono o hanno vissuto nella nostra provincia.

L'operazione - denominata "Ghost car" - ha alzato il velo su un incredibile giro di intestazioni fittizie di auto. Vetture che, ora, sono state radiate dai registri della motorizzazione e che - quando sono intercettate - vengono sequestrate dalle forze di polizia.

In cambio di un compenso di 50, al massimo 100 euro, queste i clochard accettano di fornire i propri documenti a loschi figuri che intestano a loro nome le auto. In questo modo i criminali riescono a girare a bordo di auto "pulite".

r.foglia

© riproduzione riservata