Lunedì 29 Aprile 2013

Ardito e il crollo di Chiavari
«Il rosso non ci stava»

COMO Il sorriso ironico di Ardito al momento dell'espulsione a Chiavari contro L'Entella dice tutto: ha protestato con l'arbitro per l'assegnazione di una rimessa dal fondo, chiedendo il corner. L'arbitro lo espelle, per poi  assegnare il calcio d'angolo, esattamente come chiedeva Ardito.

Per il capitano del Como è stato l'apice della giornata storta dell'arbitro Daniele Rasia: «La prima ammonizione ci poteva stare. La seconda proprio no. Io non l'ho insultato, ho solo detto di ascoltare il loro portiere che ammetteva di aver toccato il pallone. Per non parlare del rigore per loro, Benvenga si stava addirittura staccando dall'attaccante. L'arbitro ha sbagliato metro e atteggiamento ed è stato determinante a nostro sfavore, come capita spesso: ci ha massacrati».

e.ceriani

© riproduzione riservata