Giovedì 09 Maggio 2013

Mobile, imprese e giovani
unite per il design

COMO Aziende e giovani insieme nel segno del design. E in un prestigioso punto d'incontro, la Triennale di Milano, dove ieri sono stati premiati i giovani che hanno partecipato al concorso internazionale ComOn design 2012. L'obiettivo è sostenere i talenti emergenti da tutt'Europa, sul solco tracciato dall'impegno con Confindustria Como.

Un'esperienza preziosa per le aziende brianzole, tanto più dopo l'appuntamento clou del Salone del Mobile, come osserva Angelo Meroni, alla guida della Lema: «Lo scopo della partnership - spiega - è coinvolgere i ragazzi e avvicinarli all'industria, cosa che la scuola fatica abbastanza a fare. Quest'anno il tema era la tavola e hanno risposto un centinaio di designer, in Italia e all'estero».

Al primo posto Andrea Chiarelli di Ferrara, che ha lavorato a un tavolo con Desalto. Secondo, Cesare Bizzotto di Losanna con un tris di tavolini per Living. Terza, Naike Cogliati di Sirtori, set da tè con Poliform. Menzione speciale per Enrico Ferraresi con il tavolo Martino per Lema e Claudia Guardavaccaro, con un coffee table per Riva1920.

Sette le aziende coinvolte nel progetto. Baxter, Desalto, Lema, Limonta, Living Divani, Poliform e Riva1920. E tutte soddisfatte di questa tappa: «È giusto farlo - rileva ancora Meroni - perché il settore mobile è indietro dal punto di vista scolastico, i ragazzi non entrano in aziende». Si rischia così di avere una preparazione teorica,  con tutti i problemi del caso.

In Triennale la mostra potrà essere visitata fino a domenica 26 maggio (martedì-domenica 10.20-20.30; giovedì 10.30-23).

I DETTAGLI SUL GIORNALE

m.lualdi

© riproduzione riservata