Martedì 26 Maggio 2009

<Il secondo lotto da rifare?
Finora l'ho letto solo sul giornale>

Il pedaggio è una «criticità aperta», il finanziamento del secondo lotto «una decisione del Governo». E ancora per gli espropri del secondo lotto «serve qualche settimana di pazienza», mentre per soluzioni alternative al tracciato «non abbiamo ricevuto nessuna richiesta formale da parte di nessuno». A dirlo è il presidente e amministratore delegato della Società Pedemontana Fabio Terragni.
- A che punto siamo?
<A 4 giorni dalla conferenza di servizi, fissata per il 29 in Regione, che rappresenta la tappa conclusiva dell’iter locale. Si conclude la fase che abbiamo avviato da due anni. Abbiamo fatto un lavoro molto forte con 650 appuntamenti con le amministrazioni locali. Con il progetto definitivo abbiamo accolto 20 varianti approvate all’unanimità e risposto a 384 prescrizioni del Cipe. Poi la parola passerà al Governo che esaminerà il progetto definitivo entro luglio con l’approvazione ad agosto. Che i secondi lotti non siano finanziati si sa dal 2006 così come la questione del pedaggio.
I problemi ci sono, non li neghiamo, ma siamo qui per risolverli>.
- Partiamo dalla cosa più semplice, cioè il primo lotto che è già finanziato. Conferma la partenza dei lavori il 10 marzo 2010?
<Se il Cipe approva tra luglio e agosto dobbiamo chiudere le operazioni di finanziamento: dobbiamo trovare i 3.4 miliardi di euro mancanti (mutui, ndr), che non è un passaggio banale ma su cui abbiamo ragionevoli speranze, poiché il piano dell’opera prevede un finanziamento statale del 25%>.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata