Martedì 09 Giugno 2009

Abbonamenti Spt in omaggio
L’ira dei soci: «Serve chiarezza»

I soci pubblici di Spt Spa vogliono chiarimenti sugli abbonamenti per l’autosilo di via Castelnuovo regalati a due consiglieri comunali. Ne chiederanno conto nella prossima assemblea dei soci al presidente della holding di via Aldo Moro, Gianandrea Gandola, decaduto dopo lo scoppio del caso della vendita del ramo turistico, ma ancora in carica per l’ordinaria amministrazione.
Il più perplesso è Alberto Mascetti, presidente del Consorzio provinciale trasporti, che è arrivato a dirsi «sconcertato». E ha raccontato: «Il Cpt  pur essendo socio proprietario di Spt con circa il 28% delle quote, non ha ottenuto sconti quando ha chiesto un piccolo deposito nella struttura di via Castelnuovo. Avevamo bisogno di uno spazio dove lasciare alcuni mobili in attesa di trasferirci dalla vecchia sede a quella nuova. Per quel piccolo magazzino di circa 35 metri quadrati pagavamo 360 euro al mese. Ed era giusto così. Ma mi lascia sconcertato che a due consiglieri comunali sia stato regalato un abbonamento per posteggiare giorno e notte, sette giorni su sette, la propria auto. A che titolo lo hanno ricevuto? Ne chiederemo conto al presidente Gandola».
Anche il leghista Leonardo Carioni, presidente dell’amministrazione provinciale (anch’essa socia proprietaria di Spt Spa) è stato molto critico: «Due abbonamenti regalati a consiglieri comunali? Così non va bene. In assemblea chiederemo chiarimenti, ma spero che anche in consiglio comunale di Como qualcuno chieda lumi per capire bene le ragioni di questa elargizione».
I due consiglieri di Palazzo Cernezzi, Pasquale Buono e Michele Alogna (Pdl) hanno assicurato di volere estinguere l’abbonamento. «A fine giugno la mia tessera scadrà - ha detto Buono, titolare di un abbonamento da circa un anno e mezzo - e non la rinnoverò. Avevo già deciso prima che si parlasse degli abbonamenti regalati». Idem Alogna: «La mia tessera è stata attivata lo scorso gennaio e scade ai primi di giugno. Non la rinnoverò».
Tra gli assegnatari di abbonamenti dell’autosilo di via Castelnuovo c’è anche lo Yacht Club di Como, il cui presidente Giancarlo Ge assicura: «Abbiamo ricevuto una sola tessera e di questo ringraziamo Spt. Possiamo posteggiare due mezzi, uno dei quali serve per i ragazzi che vanno a fare le regate. Nessuno del club usa l’abbonamento per parcheggiare la propria auto».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata