Sabato 13 Giugno 2009

Lunedì l'ultimo saluto a Valentina
Il dolore dell'amico che guidava

L’ultimo saluto a Valentina Musso e al suo sorriso sarà dato lunedì mattina. Solo stamane, infatti, viene eseguita l’autopsia sul corpo della ragazza morta mercoledì sera in un incidente stradale alle porte di Pavia. La procura, ieri mattina, ha conferito l’incarico per effettuare, alle sette di stamane, gli accertamenti di rito per stabilire l’esatta causa della morte della giovane. Non è certo se, come vorrebbe la prassi, il giovane che era alla guida dell’auto sia stato nel frattempo raggiunto da informazione di garanzia in vista dell’autopsia: gli inquirenti, ieri, stavano ancora attendendo gli esiti degli accertamenti compiuti dalla polizia locale, soprattutto quelli sul tasso alcolemico di chi guidava la Golf di Valentina Musso.
Davide Caspani, il giovane di Grosotto che mercoledì sera ha perso il controllo dell’auto mentre affrontava una curva, ai lati del Ticino, giovedì ha chiamato telefonicamente la mamma di Valentina. Ha spiegato di sentirsi in colpa. Ricevendo, in risposta, solo parole di conforto: «Pensa a te», ha detto a Davide la madre di Valentina.
Ieri, nella casa di piazza Perretta, gli amici della ventunenne ex promessa del nuoto sincronizzato si sono stretti attorno alla mamma di Valentina. Oggi, qualora dopo l’autopsia la camera ardente dovesse essere fatta a Pavia, i parenti e gli amici della ragazza partiranno per la città in riva al Ticino. Per stare vicini alla giovane morta sul sedile posteriore di un’auto che si è ribaltata dopo essere uscita fuori strada.
Ancora da stabilire con certezza l’orario e soprattutto il luogo del funerale, che dovrebbe essere officiato lunedì mattina alle 11 nella chiesa di San Fedele, in centro città. Ma i familiari di Valentina hanno chiesto la possibilità che l’addio possa essere dato a Sant’Agata, la chiesa e l’oratorio dove la ventunenne studentessa della Bocconi è cresciuta.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata