Giovedì 18 Giugno 2009

Che bravi al Giovio:
record di promossi

I ragazzi del Giovio possono dormire sonni tranquilli (quasi tutti). Sia i bocciati che i rimandati sono una percentuale piuttosto bassa. Nelle classi intermedie (dalle seconde alle quarte) si contano in media tre o quattro studenti con il "giudizio sospeso", ossia i rimandati a settembre, e qualche bocciato qua e là. Sonni più che tranquilli per gli studenti della 3 D che non conta né un rimandato né un bocciato. Il preside De Felici dichiara che non ci sono state sorprese o situazioni difficili in nessuna classe: «Gli scrutini si sono svolti in assoluta tranquillità e le percentuali confermano i risultati dell’ anno scorso. Più di due terzi degli studenti sono promossi con tutte le materie sufficienti, meno di un terzo hanno avuto il giudizio sospeso mentre la percentuale dei bocciati è intorno al 7%». Che alzano la media delle bocciature e delle insufficienze sono le classi prime sulle quali, come ogni anno, incombe la maledizione della cosiddetta "scrematura". Nonostante questo anche tra i primini la situazione non è tragica come in altre scuole, i rimandati sono circa il 23% e i bocciati il 10%. La classe con più giudizi sospesi ne conta dieci su ventuno, quella con più bocciati sette su ventitré. In qualche prima nemmeno uno studente salterà l’anno e tra le più diligenti c’ è la 1a H con solo quattro rimandati e nessun bocciato. I corsi di recupero inizieranno lunedì prossimo e coinvolgeranno tutte le materie che hanno visto più di quattro ragazzi insufficienti per anno. «I corsi si concluderanno intorno alla metà di luglio con un’ interruzione nei giorni degli esami di stato. - spiega De Felici - Ogni materia conterà quindici ore di corso che verranno distribuite in un arco di tempo di circa tre settimane. In questo modo anche gli studenti con più materie insufficienti vedranno le ore di lezione diluite in un arco di tempo piuttosto ampio invece di essere sottoposti per esempio ad una full immersion di una settimana, cosa di dubbia utilità». Per il Giovio la situazione rimane quindi nella norma, nelle classi quinte solo due non ammessi alla maturità. Per gli altri, l’appuntamento è il 26 giugno.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata