Giovedì 30 Luglio 2009

Sul lago tornano i turisti
Segnali positivi per agosto

Spiragli di luce tra i nuvoloni che si addensano, da tempo, sul turismo lariano. Il mese di giugno si è chiuso all’insegna dell’ottimismo, luglio si è rivelato discreto e le prenotazioni per agosto fanno ben sperare. I dati su arrivi e presenze nel primo semestre restano negativi, ma il quadro d’insieme appare meno negativo rispetto alle previsioni formulate solo qualche settimana fa. Lo stesso assessore provinciale al Turismo, Achille Mojoli, è felice di esser stato smentito dai fatti: «Recentemente ho dichiarato che avrei firmato per chiudere la stagione con un -10% rispetto all’anno scorso, perché ad aprile eravamo a -12%. Visti gli ultimi risultati, però, devo cambiare idea. Il primo semestre va in cantiere, infatti, con una diminuzione del 2,8% negli arrivi e del 6,3% in termini di presenze. Considerando la crisi economica, non possiamo lamentarci». Le statistiche segnalano una diminuzione dei turisti stranieri, in parte bilanciata da un inatteso mini-boom di connazionali. Si intravede la crisi economica persino dietro ai numeri relativi ai Paesi di provenienza dei visitatori: “tengono” i tedeschi, aumentano francesi (+4,3%), austriaci (+11,3%) e soprattutto svizzeri (+18,8%), mentre calano i turisti in arrivo da zone molto più lontane, come Giappone (-21,3%), Cina (-27,5%) e Stati Uniti (-20,8%). Ma il vero tracollo riguarda gli inglesi, con un -36,1% in termini di presenze: «Il calo dei turisti del Regno Unito - conferma il presidente dell’Associazione albergatori, Alberto Proserpio - si è avvertito in particolare sul lago. In generale, tuttavia, il mese di luglio sta andando bene e stanno arrivando molte prenotazioni dell’ultimo minuto per agosto».

p.moretti

© riproduzione riservata