Martedì 11 Agosto 2009

Produciamo 300 milioni di Irpef
Lo Stato restituisce solo 79 cent

Oltre 48 milioni di euro: era la previsione di gettito 2009 derivante da tributi provinciali, imposta sulle assicurazioni auto, su trascrizioni ed immatricolazioni, tassa ambientale ed addizionale Enel. Ma la previsione è stata rivista al ribasso: la crisi dei consumi ha inciso sul gettito tributario ed è stata la prima doccia fredda per il bilancio provinciale, destinato al fabbisogno di 566.000 abitanti, con tutte le loro attività, i loro problemi, le loro aspettative di crescita.
Mentre il presidente, Leonardo Carioni e la sua giunta si interrogano sui conti, il Servizio Finanza Locale del ministero degli Interni pubblica, con aggiornamento 7 agosto, le spettanze 2009 per gli Enti Locali, con la premessa che quest’anno alle Province italiane sono stati tagliati 50 milioni di euro, giusto perché queste entità territoriali devono vivere. Altra doccia fredda: il totale generale dei contributi nel 2009 ammonta a 457.521 euro, come l’anno scorso. Con la differenza, però, che gli abitanti sono aumentati, con le esigenze e quindi il contributo pro capite è sceso da 80 centesimi a 79. Nel 2006, per avere un termine di raffronto, i contributi erano ammontati a 930.590 euro, pari a 1,66 euro a testa. Nel 2007, era stata la manna: 1.673.219,16 euro, pari a 2,95 euro pro capite.

g.roncoroni

© riproduzione riservata