Mercoledì 04 Novembre 2009

Ticosa, subito la bonifica
o il caso finisce in Procura

«Questa Provincia, ente competente al controllo, richiede entro 15 giorni dalla ricezione della presente di comunicare la data di inizio delle operazioni di bonifica». E la data deve essere «entro il 30 novembre». È questo l’ultimatum inviato dalla Provincia al Comune di Como sul caso Ticosa. Nodo del contendere la bonifica del sottosuolo intriso di veleni al centro di un carteggio tra i due Enti. Stando al carteggio il Comune dovrà intervenire in tempi rapidi, almeno avviando la gara per la selezione dell’impresa che dovrà bonificare l’area. In caso contrario «in assenza di riscontri alla presente nota o decorsi infruttuosamente la scadenza, si sottoporrà la situazione alla Regione per l’attivazione delle procedure. Qualora contestualmente emergessero anche eventuali comportamenti omissivi da parte del Comune, si procederà a darne notizia agli organi competenti». Tradotto: segnalazione in tribunale.

p.moretti

© riproduzione riservata