Como, era inventata  la violenza sessuale Scarcerati dopo 2 settimane
Como tribunale, palazzo di giustizia (Foto by Andrea Butti)

Como, era inventata

la violenza sessuale
Scarcerati dopo 2 settimane

Niente prove, tornati in libertà i due ragazzi per i quali Salvini chiese la castrazione chimica

Il gip del tribunale di Como ha disposto la scarcerazione dei due giovani nigeriani arrestati lo scorso 8 ottobre con l’accusa di avere consumato un rapporto sessuale, non consenziente, con una ragazzina di 13 anni, che li aveva poi denunciati. Alla conclusione che i due ragazzi di 20 e 21 anni, - per i quali Matteo Salvini aveva invocato la castrazione chimica - sarebbero innocenti, polizia e procura sono arrivati mettendo insieme una serie di dettagli. Non è facile elencarli, se non a rischio di rendere riconoscibile la ragazzina: quel che si può rivelare è che, mentre con sua madre era in questura, la ragazzina inviava messaggini amorosi al fidanzato, uno dei due, che di lì a poco sarebbe stato arrestato. Si aggiunga che le visite mediche in ospedale non certificarono quasi nulla.


© RIPRODUZIONE RISERVATA