Martedì 11 Febbraio 2014

Rissa tra ragazzi in campo

E poi vengono alle mani i papà

Cantù

Ancora botte sui campi di calcio dove giocano i ragazzini, ancora una volta è finita in rissa tra ragazzi di 13 e 14 anni. È successo a Cantù in occasione di San Michele-Bulgaro, categoria giovanissimi. La partita è stata sospesa alla metà del secondo tempo a causa di una rissa tra giocatori e la conseguente invasione di campo di alcuni genitori, genitori il cui atteggiamento aveva contribuito non poco a riscaldare il clima. E come non bastasse proprio mentre le squadre rientravano negli spogliatoi, un nuovo parapiglia, stavolta anche con gli adulti uno dei quali, pare, abbia anche colpito l’arbitro al volto.

Servizio e commenti nell’edizione de La Provincia del’ 11 febbraio

© riproduzione riservata