Addio Ballarini, il capitano

Addio Ballarini, il capitano

Dodici anni in azzurro, è stato il recordman di presenze in campionato con 350 presenze in campo

È scomparso Bruno Ballarini, ex calciatore e capitano del Como. Si è spento a 77 anni dopo una malattia all’ospedale Valduce. Dodici anni in azzurro, è stato il recordman di presenze in campionato con 350 volte in campo (precede Giancarlo Centi con 333, che invece è il più presente tenendo conto di campionato più coppe, poi Correnti a 286, Cetti a 278).

Bruno Ballarini era quello che si dice: una bandiera. Dal 1958, quando arrivò come mezzala, sino al 1970 quando smise da difensore centrale e capitano. La trasformazione a difensore avvenne subito, e fu una intuizione di Lamanna, allenatore del Como di allora. Meglio così: Ballarini, con quel suo fisico statuario, quell’atteggiamento scultoreo, quei lineamenti greci del viso, era adatto a stare lassù, nella garritta della difesa, a fare da chioccia, da baluardo, da eroe. A fine carriera si costruì un camper e andò con la famiglia a fare un viaggio di un anno sino in India.

Domani su La Provincia una pagina in suo ricordo

© RIPRODUZIONE RISERVATA