Ferrari dimostra di poterci stare
Sfiora una storica qualificazione

La sedicenne della Comense a Torino si ferma a un passo dal tabellone delle 64

Ferrari dimostra di poterci stare Sfiora una storica qualificazione
Carlotta Ferrari abbraccia la maestra Serena Pivotti

A un passo dalla storica qualificazione per il main draw di oggi. Carlotta Ferrari ha comunque scritto una pagina della storia della Comense Scherma, debuttando nel Grand Prix di Torino di fioretto femminile, tappa italiana della Coppa del Mondo assoluta.

La giovane nerostellata (16 anni) è arrivata sino a un passo dal pass, “inciampando” , nella seconda diretta, in Camilla Mancini e nella cattiva sorte.

La romana, che solo per accennare ai risultati più evidenti, ha vinto due ori ed un argento a squadre, tra Campionati europei e mondiali, sulla carta non doveva essere un’avversaria, ma purtroppo la sorte, che spesso guida le gare di scherma, ha voluto così.

Ieri ha debuttato nel maschile un altro nerostellato Vinson John Wong, inserito nella Nazionale di Hong Kong. Il suo cammino si è fermato nel girone, dove ha incassato 5 sconfitte e nessuna vittoria. L’incontro più combattuto è stato quello con Alessandro Paroli, chiuso sul 5-3 per l’azzurro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}