Intini, il ritiro dopo l’argento?
«Ora ci prendiamo una pausa»

Le diciannovenni gemelle di Como sono reduci dal Tricolore
«Anni faticosi, conciliare la scuola e gli allenamenti non è stato facile»

Intini, il ritiro dopo l’argento? «Ora ci prendiamo una pausa»
Le gemelle Alice e Giulia Intini hanno vinto l’argento agli Italiani

Le gemelle Alice e Giulia Intini, con l’argento nella prova di Coppia, hanno tenuto alto l’onore della ritmica comasca nel campionato italiano Gold. Le tavernolesi (19 anni) hanno ottenuto il miglior piazzamento in carriera. E potrebbe anche essere l’ultimo. «Ritiro? Non lo sappiamo - dice Alice -, amiamo molto questo sport e sappiamo che richiede un impegno costante. Per ora ci prendiamo una pausa e vedremo».

La ritmica non è una disciplina semplice. «La qualità dei movimenti e la difficoltà degli elementi richiedono ore e ore quotidiane di lavoro - dicono -. Sono stati anni davvero faticosi, conciliare scuola e allenamenti non è stato facile».

Hanno iniziato a 5 anni. «Per scelta di mamma che voleva farci fare un sport legato alla musica e al movimento - spiega Giulia -. Da subito ci è piaciuto ed abbiamo deciso di continuare».

I corsi promozionali e i primi anni in Comense, poi nel 2012 sono passate alla Kinesis Venegono. «Dove è iniziata la nostra vera carriera agonistica -spiegano -. Grazie a Serena Farina, la nostra allenatrice, che ci ha formate e cresciute e non ha mai smesso di credere in noi. A lei, alla nostra famiglia e alla società, dedichiamo l’argento. Che è il risultato della fiducia reciproca tra noi».

Essere gemelle, in una prova di Coppia, dovrebbe essere un vantaggio. «Dipende - risponde Alice -: assolutamente sì per quanto riguarda l’intesa e la coordinazione che ci viene quasi naturale, ma lavorare insieme è altrettanto difficile perché abbiamo due caratteri molto diversi che molte volte si scontrano. Anche le emozioni prima di gareggiare sono sicuramente diverse, dato che entri in pedana con tua sorella».

Alice e Giulia hanno anche una carriera individuale. «Ma non c’è mai stata rivalità:sempre solo grande stima - dice Alice -. Anche perché negli anni non abbiamo sempre fatto lo stesso campionato: abbiamo iniziato entrambe con il Categoria, poi Giulia è passata nella Specialità e nel 2018 abbiamo iniziato a intraprendere il percorso da individualiste e Coppia nello stesso campionato. Senza contare le numerose gare di squadra che abbiamo affrontato insieme e con le nostre compagne».

Anche lo studio le divide. Hanno sostenuto la maturità a giugno e a ottobre hanno iniziato l’università in Cattolica:Alice nei Beni Culturali e Giulia in Filosofia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}