Ali quinto a Savona
Nuovo primato personale

Inserito nella prima batteria e in finale, con il campione olimpico Marcell Jacobs, ha dimostrato di essere in forma

Ali quinto a Savona Nuovo primato personale
Chituru Ali

Chituru Ali ha centrato entrambi gli obiettivi che aveva nel meeting di Savona: ha abbassato, nei 100 metri, di nuovo il primato personale di ben 10 centesimi, portandolo a 10”18 ed è entrato nella finale. È stata un’altra grandissima giornata per l’albatese (23 anni) che continua a stupire. Il talento cresciuto nell’Us Albatese, si è presentato nella città ligure sulle ali dell’entusiasmo del 10”28 fatto registrare la scorsa settimana a Roma.

Inserito nella prima batteria, con il campione olimpico Marcell Jacobs, è volato, chiudendo con un eccezionale 10”12, purtroppo viziato dal vento a favore (+2,3 metri) che lo ha reso inutilizzabile per le statistiche. Il crono (quarto dopo il 9”99 di Jacobs, il 10”04 del cingalese Yupun Abeykoon e il 10”07 del francese, ex primatista europeo, Jimmy Vicaut ) valeva l’accesso alla finale. Un risultato tutt’altro che secondario, visto gli avversari che ha “fatto fuori” il comasco a partire da Fausto Desalu (10”21) e Lorenzo Patta (10”19), campioni olimpici a Tokyo nella staffetta. Ma il capolavoro doveva ancora arrivare. Un’ora dopo Ali si è presentato ai blocchi di partenza della finale. Dove non ha deluso, nonostante la fatica decisamente ravvicinata e il risicato tempo di recupero. L’albatese infatti fermava il cronometro sul tempo di 10”18 (questa volta il vento era regolare con 0,3 metri) che valeva il nuovo personale, undicesimo italiano di sempre. In sette giorni il comasco è riuscito a scendere di 22 centesimi sotto il precedente personal best. Una progressione “pazzesca” che ben pochi atleti possono vantare, soprattutto a livelli di assoluto prestigio internazionale. Il quinto posto nella finale (vinta da Jacobs in 10”04) non ha importanza: quello che rimane è la grande impressione lasciata dal portacolori delle Fiamme Gialle che rilancia, con forza, anche la candidatura per entrare nel quartetto della staffetta veloce per i prossimi impegni, a partire dal Mondiale. In attesa delle prossime uscite, tricolori in primis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}