È l’ora dei campionati italiani
La spedizione comasca ci crede

Da oggi a domenica a Padova: Pedreschi, Meletto, Proserpio, Casarico e Marelli sono carte importanti

È l’ora dei campionati italiani La spedizione comasca ci crede
Il sorriso di Gaia Pedreschi

Gaia Pedreschi, Silvia Meletto, Giacomo Proserpio, Mattia Casarico e Davide Marelli sono i comaschi che possono essere protagonisti (qualcuno anche con ambizioni di podio) nell’edizione 110 dei campionati italiani assoluti di atletica leggera, in programma da oggi a domenica a Padova.

Una rassegna “speciale” con la pandemia che ha spezzato in due i tricolori, con il mezzofondo e la marcia che saranno impegnati il 17 e 18 ottobre a Modena.

Tra i 736 atleti iscritti (370 donne, 366 uomini) all’appuntamento clou della stagione (con la presenza del pubblico sulle tribune), non ci saranno, purtroppo, i “nostri” Simone Cairoli, Fabrizio Schembri, Federico Cattaneo e Chituru Ali, alle prese con gli infortuni.

Si parte oggi allo Stadio Colbachini di Padova con le prove multiple e le eliminatorie. Dalle staffette possono arrivare le soddisfazioni. L’Atletica Brescia “ospita” le comasche Gaia Pedreschi e Silvia Meletto. Nella 4x100 la carughese Pedreschi, deve difendere il titolo conquistato nel 2019 davanti alle Fiamme Oro. Le bresciane sono la squadra da battere. Avversarie Rieti e Carabinieri.

Nella 4x400 in pista l’oltronese Silvia Meletto (farà anche la prova individuale sul giro di pista). L’Atletica Brescia è da podio.

Giacomo Proserpio nel lancio del martello, vuole il triplete di medaglie tricolori. Il figinese però dopo i due bronzi consecutivi, aspira a qualcosa di più. Trovando il lancio sopra i 70 metri potrebbe tenere dietro il Carabiniere Giorgio Olivieri mentre per il titolo sono in lotta l’eterno Marco Lingua (classe 78) e Simone Falloni. In pedana anche il marianese Davide Pirolo del Cus Insubria Varese/Como, che, da Promessa, punta a migliorare il personale.

Nei 400 piani Mattia Casarico proverà a entrare nella finale, migliorando il primato stagionale di 47”04 stabilito a Trieste (8° tempo di accredito), scendendo sotto il muro dei 47 secondi. Il comasco prenderà parte anche, con il Cus Pro Patria Milano, alla staffetta 4x400. Al via nei 400 anche Davide Marelli, che parte da un 47”82. Il capiaghese, griffato Bernatese, sarà impegnato anche nei 200, dove punta a limare il primato stagionale di 21”59.

Nel decathlon, che questa mattina aprirà i tricolori, assente Cairoli, il capiaghese Alessio Comel (Cus Insubria Varese/Como) può fare bene, anche se il podio appare troppo lontano, in termine di punti. Nel getto del peso e nel lancio del disco, nella “gabbia” ci sarà il rovellaschese Fabio Vian (35 anni). Una “sbirciata” possiamo darla anche a Veronica Besana: la lecchese è allenata dal coach di Rovellasca, Flavio Alberio e nei 100 ostacoli, può stupire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}