Gioventù Lariana a Como
Testa: corsa e lancio sono ok

Si è imposto nei 300 (personale) ed è arrivato terzo nel disco. Un podio tutto Comense nei lanci, successi Triangolo Lariano e Lieto Colle

Gioventù Lariana a Como Testa: corsa e lancio sono ok
Podio tutto Comense con Passamonti (1°), Riva (2°) e Testa (3°)

La stella della sesta prova del Trofeo Gioventù Lariana è stato il “padrone di casa” Lorenzo Testa. Il portacolori dell’Ag Comense, società organizzatrice dell’evento ospitato nel Campo Coni di Camerlata e riservato alla categoria dei Cadetti, ha fornito la miglior prestazione tecnica, imponendosi nei 300 piani a suon di primato personale demolito.

Podio

Il nerostellato ha dimostrato poi la sua grande passione per l’atletica, riuscendo a salire sul terzo gradino del podio nel lancio del disco. I 300 piani sono stati la specialità più gettonata della giornata. Nel maschile si sono presentati ai blocchi di partenza in 39, nelle sette serie previste.

Ma la gara si merita la prima pagina per la prestazione di Lorenzo Testa. Alla quinta uscita sulla distanza, la seconda nella stagione, è letteralmente volato, bloccando il cronometro sul tempo di 36”20. Una discesa vertiginosa di ben 76 centesimi rispetto al personal best che risaliva al 10 ottobre scorso. Piazza d’onore per Mattia Auguste dell’Atletica Rovellasca che si migliora con 38”02.

Testa aveva nelle gambe e nelle braccia la partecipazione alla prova del lancio del disco, che si è disputata quasi in contemporanea, dove è riuscito a salire sul podio, completando il triplete dell’Ag Comense.

Sul gradino più alto un’altra stella della società del presidente Patrizia Bollinetti, Filippo Passamonti a precedere il compagno Edoardo Riva e il re dei 300 piani. Un’altra soddisfazione per la società organizzatrice è arrivata nel salto triplo con l’argento di Duccio Mazzoli. Nel salto in alto è arrivato il terzo posto di Matilde Colombo, che ha superato l’asticella posizionata a 1,40 metri.

La tappa del campo Coni ha portato delle soddisfazioni anche per le altre società comasche. L’Atletica Triangolo Lariano ha visto salire sul gradino più alto del podio Vlada Babavelscaia che nel lancio del disco ha scagliato l’attrezzo alla misura di 22,86 metri migliorando di 80 centimetri il precedente primato personale.

Piazza d’onore per la rovellaschese Josephine Zucchini e terza l’altra esponente del sodalizio del presidente Gianni Cifaldi, Viola Altamura.

Gli altri

Copertina anche per il Lieto Colle con due successi ed una piazza d’onore. Il primo oro è arrivato grazie a Greta Grassi, la più veloce nei 300 piani (forfait per infortunio di una delle favorite, la comasca del Mandello, Eva Pastorelli).

Il secondo sigillo è uscito nei 2000 metri al femminile con Lisa Pagani (terza nell’assoluta alle spalle di due bergamasche) e prima nel Lariana. Oro anche per l’Us San Maurizio Erba con Tommaso Farina nei 2.000 con terzo il compagno di colori Luca Colombo e secondo Jacopo Casalino (Lieto Colle).

Un argento per l’Us Albatese grazie ad Antonio Snider, nei 100 ostacoli.
L. Spo. -G. Ans.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}