Meo tutto tweet: «Emozione incredibile»

Basket La straordinaria impresa dell’Italia all’Europeo contro la Serbia ha entusiasmato anche il clan di Cantù. L’ex ct: «Grazie ragazzi, grandissimi». Frates commentatore di Eleven Sport: «Vincere partite così ti fa volare»

Meo tutto tweet: «Emozione incredibile»
Meo Sacchetti a colloquio con l’arbitro
(Foto di Butti)

Una grande Italia contro una grande Serbia: gli azzurri hanno ribaltato il pronostico, battendo 94-86 la squadra che avrebbero voluto evitare. Una notta magica, domenica a Berlino in occasione degli ottavi di finale degli Europei di basket. Domani alle 17.15, nuova sfida da brividi contro la Francia, finalista alle Olimpiadi.

Ma l’impresa di Berlino, l’espulsione di Pozzecco e la sua consueta partecipazione emotiva alla partita, le prestazioni clamorose di Spissu e Melli hanno catalizzato l’attenzione di tanti sportivi, anche i meno appassionati di pallacanestro.

Post anche per l’Italvolley

Figuriamoci gli addetti ai lavori, canturini e non. Primo tra tutti l’ancora fresco ex ct della Nazionale, che la qualificazione agli Europei l’ha conquistata, vale a dire Meo sacchetti, coach della Pallacanestro Cantù. Domenica sera, su Twitter, ha twittato una frase carica di gioia per la Nazionale: «Grazie Ragazzi mi avete regalato un’altra emozione incredibile!!!! Grandissimi!!!».

Per elogiare, poco dopo, anche l’Italia del volley campione del mondo: «Che serata incredibile per lo sport italiano! Grande #italvolley Campione del Mondo!!! Congratulazioni a questi Ragazzi straordinari, vincenti, sorridenti, entusiasti, a Coach De Giorgi e a tutto il suo Staff!!».

Nelle vesti di commentatore per Eleven Sport, il direttore tecnico di Cantù Fabrizio Frates è rimasto quasi senza parole per la prestazione offerta dall’Italbasket: «Non so cosa si possa fare di più, onestamente. L’Italia ha difeso bene, attaccato forte e con percentuali alte. È riuscita a far fronte alle stelle della Serbia, la grande favorita per la vittoria finale. Sicuramente c’è anche qualche demerito degli avversari: nella ripresa hanno attaccato male e, soprattutto, non hanno adottato le necessarie contromosse, specialmente quando Melli usciva fuori area».

Due nomi su tutti: Marco Spissu, uomo di fiducia del Poz, che con 22 punti e sei triple ha fatto il diavolo a quattro e, ovviamente, Melli – memorabili le due stoppate su Jokic – autore anche di 19 punti come Simone Fontecchio: «Melli è stato clamoroso – continua Frates -: dopo l’espulsione di Pozzecco si è caricato la squadra sulle spalle da vero leader».

Ora viene il bello, la posta in palio si alza, Squadre deboli non ce ne sono più, a partire dalla Francia: «L’Italia ha dimostrato nella sconfitta contro la Grecia e nella vittoria contro la Serbia che, in questo Europeo, ci possiamo stare alla grande. Vincere partite così ti fa volare, l’entusiasmo ora è tutto dalla nostra parte. La Francia? È certamente una squadra forte, ma era stata praticamente eliminata da una squadra di seconda fascia come la Turchia».

«Un grande gruppo»

Frates prevede due possibili scenari: «O emergono le squadre con le stelle Nba, o quelle con un grande gruppo come la nostra».

Tra i giocatori di Cantù, l’ultimo ad aver indossato la canotta azzurra è Filippo Baldi Rossi: «Stiamo facendo un percorso bellissimo, contro la Serbia ho visto un grande atteggiamento, da parte di tutti e in tutti i ruoli, anche da chi ha giocato poco. Si è vista la voglia di aiutarsi e sacrificarsi, ma anche la fluidità per segnare bellissimi canestri in attacco. In difesa, Jokic non si può cancellare, l’importante era far inceppare i loro meccanismi». Previsioni? «Una Nazionale che compie un’impresa è importante per il movimento: aver battuto la Serbia ci darà lo slancio per affrontare bene anche la Francia». L. Spo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA