Korenciova: «Como Women ok»

Donne Il portiere: «È stato un girone di andata passato molto in fretta nel quale la squadra è sicuramente migliorata»

Korenciova: «Como Women ok»

È iniziato il girone di ritorno del campionato di serie A femminile, e il Como Women si è preso un punto molto importante sul campo della Juventus (1-1, rete dell’ex Beccari).

Como Women che resta al penultimo posto, in compagnia del Pomigliano (sette punti), ma vede avvicinarsi il Parma, che nel posticipo di giornata ha impattato 2-2 con l’Inter dopo essere peraltro stato in vantaggio di due reti.

«È stato un girone di andata passato molto in fretta – racconta il portiere slovacco Maria Korenciova – nel quale la squadra è sicuramente migliorata dopo l’esordio difficile contro la Juventus, ma la lotta per la salvezza, che è il nostro obiettivo, rimane molto aperta».

Qual è stato il momento migliore e peggiore nella prima parte di campionato per il Como Women? «Sicuramente la vittoria contro il Parma ci ha dato una grande carica, era quello che ci serviva perché noi giochiamo sempre per cercare di vincere, e quel successo è stato molto importante. Non riesco invece a trovare un solo ricordo negativo, penso – continua Korenciova – che in tante occasioni qualche piccolo dettaglio curato meglio ci avrebbe permesso di fare qualche punto in più, c’è questo rimpianto».

Como Women che deve ancora lottare quindi, sul fondo della classifica, come era peraltro da obiettivo di inizio anno: «Il nostro traguardo come detto è la salvezza, non so dire se poi meritassimo davvero qualche punto in più, anche perché giocare in serie A è molto difficile, bisogna abituarsi a competere ad alti livelli e dimostrare di aver imparato a fare quelle cose che in certi casi ti danno la possibilità di vincere anche partite che non meritavi di vincere».

A livello personale, Korenciova si è ben integrata nel club: «Il Como Women è un piccolo club, ma molto serio e ben organizzato. Con le mie compagne mi trovo bene, ognuna ha il suo carattere, ma lottiamo tutte per un obiettivo comune e cerchiamo di aiutarci, andando anche oltre alle barriere linguistiche che ci sono per alcune di noi. Favorita per il campionato? Quest’anno è più difficile da dire – conclude Maria Korenciova – credo che vincerà chi saprà essere più costante e concentrata fino alla fine. Sicuramente è un torneo molto più equilibrato rispetto a quello di qualche anno fa»

© RIPRODUZIONE RISERVATA