Banchini e il gol al 90’
«Stavolta li facciamo noi»

«La squadra è cresciuta rispetto all’anno scorso, abbiamo più consapevolezza e conoscenza della categoria e di noi stessi»

Banchini e il gol al 90’ «Stavolta li facciamo noi»
BANCHINI
(Foto di Fabrizio Cusa)

Basterebbe anche un solo particolare, peraltro determinante, a indicare la maturazione che Marco Banchini vede e sottolinea nel suo Como. «L’anno scorso al novantesimo ci facevano gol, stavolta siamo stati capaci di farlo noi».

E la sintesi della vittoria con la Pistoiese sta molto anche in questo, al di là del più generico ’non mollare mai’. Nella capacità di gestire una partita per certi aspetti più difficile di quella della settimana prima, traendone il massimo risultato non per caso.

«I ragazzi sono stati bravissimi – dice Banchini-, il campo era più pesante, i tempi di gioco più rallentati, la Pistoiese è il classico avversario che ti fa giocare male. E all’inizio questo fastidio lo abbiamo avvertito. Ma migliorare la nostra identità, come dico spesso, significa anche saper cambiare, sapersi adattare per centrare l’obiettivo». E il Como ci è riuscito bene, senza perdere equilibrio e motivazioni. «La squadra è cresciuta rispetto all’anno scorso, abbiamo più consapevolezza e conoscenza della categoria e di noi stessi. E questi sei punti ne sono un bellissimo segnale».

Soddisfacenti anche le scelte che Banchini in parte è stato costretto a fare, in parte ha scelto di fare, sia dall’inizio che in corso di partita. Fuori Cicconi, fuori dall’inizio Dkidak, entrambi per cause esterne. Il primo squalificato, il secondo perchè colpito da un po’ di febbre durante la settimana. Niente di allarmante, sottoposto da prassi ai controlli il doppio tampone ha dato esito negativo. E poi, la scelta tecnica di H’Maidat al posto di Arrigoni. «Ismail mi è piaciuto molto, tutti hanno dato risposte positive. Sono anche molto contento di chi è entrato nel corso della gara, Bansal ha dato prova del suo talento con giocate importanti, Arrigoni ci ha dato il giusto dinamismo nel momento necessario e lo stesso Dkidak è entrato bene. Il gruppo continua a essere l’arma fondamentale di questa squadra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}