Como, trasferta difficile

Banchini: «La più dura»

La partita ad Alzano Lombardo contro la Virtus Bergamo facile non è. Il Como va a giocare in casa della sesta

Como, trasferta difficile Banchini: «La più dura»
GENTILE SEGNA SU RIGORE
(Foto di Fabrizio Cusa)

Marco Banchini definisce questa partita «la più difficile del girone di andata». Se sia solo un’iperbole da pretattica o meno, lo si capirà oggi. Di certo, in ogni caso, la partita ad Alzano Lombardo contro la Virtus Bergamo facile non è. Il Como va a giocare in casa della sesta in classifica - che per inciso brilla di più in trasferta che sul suo campo -, forte del netto successo di mercoledì contro il Villafranca. Ma ci sono una serie di considerazioni su cui l’allenatore vuole mettere l’accento.

«Ritengo che la Virtus sia un avversario a livello di squadre come la Pro Sesto o la Caronnese, sicuramente tra le più forti del girone. Hanno avuto una notevole continuità di risultati, e sono una squadra di grande forza fisica. In casa non sono ancora riusciti ad avere un ruolino del tutto convincente, e questo è proprio uno dei motivi per cui faranno di tutto per invertire questa rotta». Vero anche, però, che tra Como e Virtus Bergamo ci sono la bellezza di dodici punti, difficile pensare ad altro che non sia poter vincere questa partita. «Certo, per noi sarebbe un dramma anche pareggiare, a questo punto. Per questo noi abbiamo addosso più pressione rispetto a loro, e dobbiamo fare grandissima attenzione, questo è un altro dei motivi che alza il grado di difficoltà. E poi ci terrei questa volta, visto che l’altra volta non è successo, a fare punteggio pieno nella settimana con le tre partite, nove punti in otto giorni». Banchini rimette l’attenzione sui concetti per lui sempre fondamentali. «L’attenzione massima a indirizzare la partita nel modo giusto sin dai primi minuti. Non possiamo permetterci che l’equilibrio si protragga, perchè poi può sempre succedere qualcosa a cui poi potrebbe essere difficile rimediare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True