Dieci anni fa Como a -9

Corda: «Si può fare»

«Anche allora la partenza non fu eccezionale, proprio come quest’anno. È una delle prime cose che si notano, anche se i motivi sono diversi».

Dieci anni fa Como a -9 Corda: «Si può fare»
ninni corda
(Foto di Fabrizio Cusa)

Dieci anni fa giusti giusti, inverno 2007. Il Como chiuse il girone di andata a nove punti di distanza dalla Tritium, allora capolista. Oggi la vetta è più vicina, i punti sono cinque. Ma le capolista sono due, Gozzano e Caratese.

Quel Como di 10 anni fa vinse il campionato. Ma quel gran recupero fa può essere uno stimolo per quello che attenderà il Como alla ripresa. E nessuno più di Ninni Corda, allenatore di allora e di fatto direttore tecnico di oggi, può aiutare a fare un confronto tra questa squadra e quella, dopo la prima metà del cammino.

Cominciando proprio da questa analogia, la necessità di recuperare il divario dalla vetta. «Anche allora la partenza non fu eccezionale, proprio come quest’anno. È una delle prime cose che si notano, anche se i motivi sono diversi. Allora fu dovuta al fatto che lavorammo molto in ritiro, quindi l’avvio fu più lento, per poi uscire meglio alla distanza. Quest’anno i motivi sono noti, la partenza ritardata e la difficoltà di mettere insieme la squadra».

Ma le due squadre si somigliano? «Una similitudine importante direi che riguarda i giovani. Anche allora, come oggi, riuscimmo a valorizzare diversi ragazzi, alcuni dei quali hanno poi fatto buone carriere. Penso a Lamanna, ad Adobati, a Gavazzi, e non solo. E quest’anno in questo senso abbiamo altrettanti giovani che stanno dando un contributo importante e che hanno ancora grandi margini di miglioramento. n ogni caso, il pallino l’abbiamo in mano noi. Ci ho già pensato, se vinciamo i due scontri con Gozzano e Caronnese, e loro pareggiano il loro scontro diretto, il campionato lo vinciamo noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}