Il Como senza Baffo
Carmignani se ne va

Lunga intervista sul quotidiano allo storico magazzinere che passa al calcio femminile

Il Como senza Baffo Carmignani se ne va
IL MAGAZZINIERE CARMIGNANI MOSTRA LE NOCI CHE APPENDEVA AD OGNI GOL DI GIUSEPPE LE NOCI
(Foto di Fabrizio Cusa)

Lui è il “Baffo”. Lo conoscono tutti così, nel mondo azzurro. Giocatori, allenatori, presidenti, tifosi: il Baffo. Al secolo Giancarlo Carmignani, 64 anni, storico magazziniere del Como.

Ma l’anno prossimo il Como sarà senza Baffo. Lui ha deciso di dire basta. Oddio, finché non succede nessuno ci crede. E tutti sono pronti a scommettere che, al via della stagione, lui sarà al suo posto. Ma per ora i fatti sono che, dopo la rottura con Corda di qualche mese fa, il Baffo ha deciso di seguire Stefano Verga al Como femminile. Nonostante in via Sinigaglia lo avessero chiamato di nuovo. Carmignani si è garantito scherzi, omaggi, pacche sulle spalle, affetto, stima, persino un trionfo come si fa con gli allenatori dopo una vittoria, a Bassano per il salto in serie B. Dopo più di 20 anni al servizio del Como, siamo andati ad aprire il libro dei ricordi e lo scrigno del suo cuore azzurro nel suo ritiro di Dosso del Liro, sopra Gravedona, dove tra un boccone di semuda (il formaggio locale) e e una fetta di salame alla trattoria Madonnina, si è aperto come mai prima. Tutto sul giornale di oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True