Stadi aperti, una speranza
Il Como aspetta segnali

Ghirelli: «Riapertura agli abbonati già dall’inizio della stagione? Questo è il mio sogno, poi la realtà bisognerà confrontarla con quella del Paese»

Stadi aperti, una speranza Il Como aspetta segnali
Como stadio sinigaglia
(Foto di Andrea Butti)

Sono giorni decisivi per quanto riguarda la prospettiva di riaprire gli stadi già da settembre, in quantità percentuale da stabilire.

In attesa di un decreto della Regione Lombardia, registriamo la speranza del presidente della Lega Pro Antonio Ghirelli.

«Riapertura agli abbonati già dall’inizio della stagione? Questo è il mio sogno, poi la realtà bisognerà confrontarla con quella del Paese e con le misure del Comitato tecnico scientifico. Speriamo almeno che un allentamento sui tamponi lo possano approvare». Lo ha dichiarato a margine del Consiglio Federale che si è da poco concluso a Roma.

«Il 27 settembre ripartirà la Serie C. Per noi la questione protocolli - ha spiegato il n.1 della Lega Pro - considerata sempre la situazione epidemiologica del Paese, resta comunque pesante. Da marzo abbiamo gli stadi chiusi, bisognerebbe, con tutte le regole che ci sono, riaprire in particolare per gli abbonati in modo tale che si possa regolare la situazione».

«Nel frattempo è stato approvato dal consiglio federale la nostra richiesta di estensione per quest’anno di tre nuovi spazi per gli sponsor sulla maglia, uno istituzionale e due commerciali, per dare un po’ di sollievo alle società perché con gli stadi chiusi fare la pubblicità è ancora più difficile», ha concluso Ghirelli.

Il Como aspetta di conoscere la situazione nel dettaglio prima di studiare una campagna abbonamenti ad hoc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}