Como, Gattuso va sul pratico
«A noi servono punti. Sempre»

L’intervento del tecnico alla vigilia della sfida con la Ternana

Como, Gattuso va sul pratico «A noi servono punti. Sempre»
Giacomo Gattuso, tecnico del Como
(Foto di Cusa)

Giacomo Gattuso è un allenatore felice, in questo momento. E questa doppia sfida, domani con la Ternana e sabato con il Perugia, contro due squadre neopromosse può essere una conferma importante di quello che i suoi ragazzi stanno ottenendo giornata dopo giornata.

Negli ultimi cinque turni, il suo Como è la squadra che ha fatto più punti. Un dato tutt’altro che banale.

«Stiamo maturando»

«Il dato per il momento lascia il tempo che trova. La cosa importante però è che stiamo maturando, stiamo dando prova di saper affrontare all’interno della partita momenti e fasi differenti, serviva a tutti un periodo per crescere».

E crescita è stata anche, ripensandoci a mente fredda, la vittoria di giovedì sul Pordenone. Forse una delle più importanti del campionato, perlomeno in questa fase. «In alcuni momenti abbiamo difesa anche un po’ troppo bassi, però la cosa fondamentale era portare a casa il risultato. Siamo stati meno belli ma più concreti, con un grande impegno da parte di tutti nel difendere la vittoria. Una squadra vera, una partita comunque fatta bene».

Adesso la classifica è particolare, queste due prossime gare potrebbero dire molto, a partire proprio dalla Ternana. «La classifica è una classica classifica di serie B. In cui si capisce bene quanto sia importante mantenere una continuità di risultati, come stiamo cercando di fare noi. La Ternana è un avversario molto temibile, ci saranno questi bei confronti tra neopromosse che sono tutte squadre difficili da affrontare proprio per questo aspetto, per la voglia di mantenere questa categoria, per il grande entusiasmo che tutte mettono in campo. In più, appunto, la Ternana è davvero forte, soprattutto a livello offensivo».

Come invece si sta dimostrando forte il Como a livello difensivo, solo una rete subìta in tre partite, e in questa serie B non è un dato da poco. «Lavoriamo su ogni dettaglio per migliorare, e questa è sicuramente una crescita significativa, una delle più importanti. Se noi continueremo ad avere questa capacità di non prendere gol, sappiamo poi che più o meno sempre abbiamo buone possibilità di riuscire a segnarne. Con il Pordenone ho dovuto fare certi cambi per dare più sostanza a questo aspetto – in particolare si parla di Chajia -, ma ci sono equilibri che sono indispensabili».

«Presto per i bilanci»

E che portano dopo dieci giornate il Como a fare un primo minibilancio decisamente positivo, come si spera possa esserlo quello alla prossima sosta, dopo queste due partite. «È ancora presto per qualsiasi tipo di bilancio. A noi servono punti, sempre. È l’unica cosa che dobbiamo pensare».

Ma si riesce a pensarlo con serenità, oggi, e questo conta molto. «Come squadra, come società, stiamo portando avanti il nostro calcio in una situazione ideale. Questa è la cosa più importante».

In quanto alla squadra che andrà in campo domani, «ci sono da valutare le condizioni di Varnier, che ha preso una botta e non sta benissimo. Tendenzialmente però sapete che cambio poco, la Ternana ha fatto turn over con il Cosenza e non è andata bene...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True